Didattica in remoto

L’emergenza Covid-19 ha cambiato molto la quotidianità, e anche l’università ha cercato di rispondere ai bisogni e alle difficoltà degli studenti ricorrendo alla cosiddetta didattica in remoto o inventando forme nuove di didattica.

In questa delicata fase di cauta ripartenza, le università e i corsi di studio stanno cercando di trovare un nuovo equilibrio tra didattica in remoto e didattica in presenza. Per migliorare l’offerta e gli sforzi che si stanno facendo, stiamo raccogliendo alcune impressioni degli studenti sulla didattica in remoto svolta nel proprio corso di studi e sulle sue conseguenze dal punto di vista dell’apprendimento e del benessere psicologico.

L’indagine, che coinvolge circa 44 000 studenti (26 000 di laurea triennale e 18 000 di laurea magistrale) è completamente anonima, senza alcuna richiesta sulle condizioni di salute dello studente o dei suoi contatti.


Collaboratori